10/05/2023

Progetto Zero 2023: continua l’impegno di Corman per la prevenzione del rischio cardiovascolare

Progetto-zero
Progetto-zero

Al via la VII edizione del progetto “zero eventi cardio e cerebrovascolari”. Corman, in collaborazione con Omron, torna in farmacia per sensibilizzare i cittadini nei riguardi dei fattori di rischio cardiovascolare.

Da aprile a giugno, nelle farmacie italiane aderenti all’iniziativa tutti i pazienti avranno la possibilità di ricevere, su appuntamento, una consulenza specifica da parte di personale professionale adeguatamente formato e un servizio di screening gratuito completo: dalla misurazione della pressione arteriosa alla rilevazione dei valori di colesterolo e glicemia, dall’ECG alla misurazione del peso e della composizione corporea. Inoltre, tramite la somministrazione di un semplice questionario, il personale potrà raccogliere informazioni cliniche addizionali sul singolo individuo, sulla familiarità e su eventuali fattori di rischio presenti, tracciando un profilo di rischio del paziente sempre più definito e fornendogli indicazioni mirate sugli stili di vita più opportuni da seguire.

Ma non solo. Il personale sarà disponibile per mostrare a tutti gli i pazienti interessati come effettuare una corretta automisurazione della pressione domiciliare ed interpretarne i valori. Il costante monitoraggio della pressione arteriosa, unitamente a quello del peso, è infatti un’azione semplice, ma di fondamentale importanza, che il singolo individuo può, e deve, mettere in atto per una prevenzione efficace del rischio cardiovascolare in prima persona. Perché questo possa avvenire, è necessario che le farmacie, in primis, si impegnino a promuovere una maggiore consapevolezza e si facciano portavoce di una cultura del self-control, che parta proprio dell’educazione del paziente ad una corretta automisurazione domiciliare della pressione arteriosa.

Oggi, infatti, i cittadini riconoscono sempre più la farmacia come un punto di riferimento prossimo e capillare sul territorio e si affidano ai suoi servizi. L’iniziativa di prevenzione promossa dal Progetto Zero non poteva quindi che coinvolgere in prima linea questo importante presidio sanitario sempre più al servizio della comunità.