Percorso formativo in aula e a distanza

Corman, azienda leader in farmacia nei mercati dei misuratori di pressione arteriosa e dei nebulizzatori per l’aerosolterapia, insieme a CEF, Cooperativa Esercenti Farmacia di Brescia e prima Cooperativa d’Italia per storicità, fatturato e numero di Soci del settore farmaceutico italiano, hanno sviluppato un importante percorso formativo per i farmacisti del network CEF.

Il progetto ideato dalle due aziende unisce un percorso formativo in aula e un percorso di formazione a distanza.

Il percorso in aula, organizzato in 5 sedi tra Padova, Brescia, Pisa, Roma e Bari, prevede due fasi di formazione: la prima, nel mese di maggio, affronta le tematiche dell’automisurazione pressoria, mentre la seconda, nei mesi di ottobre e novembre, è dedicata all’aerosolterapia e alle problematiche delle affezioni di naso e gola.

Ogni sessione formativa coinvolge 3 figure esperte per la conoscenza dei segmenti di riferimento e prevede una parte clinica che ha come obiettivo quello di trasferire ai farmacisti utili spunti per la gestione dei pazienti nella loro quotidianità, una parte dedicata alla conoscenza tecnica dei prodotti Omron che viene tenuta dal Dott. Andrea Verniani, Direttore Marketing di Corman, e dal Dott. Livio Battaglia, Product Manager della Linea Elettromedicali, e una terza parte tenuta dalla Dott.ssa Emanuela Belloni, esperta di Comunicazione e Retail Marketing.

Per il percorso di formazione a distanza, a fine evento vengono consegnate ai farmacisti le card con le credenziali per poter aderire al progetto Corman Futuro Insieme 2.0. Progetto che prevede un percorso di formazione dedicato ai prodotti Corman dell’area Cardiovascolare, Respiratoria e Ginecologica con approfondimenti di vendita visiva ed una importante parte di formazione scientifica che permette di ricevere 31,5 crediti formativi.

Il progetto, dopo le prime sessioni formative in aula di maggio, ha già visto coinvolti oltre 250 farmacisti che hanno partecipato in modo dinamico e interattivo. A tutti i partecipanti sono stati consegnati gli attestati di formazione sull’automisurazione pressoria, rilasciati dalla Società Italiana dell’Ipertensione e da CEF.

L’ottimo risultato di questa prima fase è anche merito delle figure cliniche che sono intervenute. Infatti la prima parte formativa sull’automisurazione pressoria prevede l’intervento di un Cardiologo o Internista di riferimento nella zona di organizzazione dell’evento.

A Brescia, ad esempio, è stato coinvolto il Prof. Massimo Salvetti, a Roma il Prof. Giovambattista Desideri e a Pisa il Prof. Lorenzo Ghiadoni.

L’obiettivo dell’attività è quello di aiutare il farmacista a gestire le necessità dei propri clienti-pazienti che quotidianamente si presentano in farmacia dando utili spunti e suggerimenti per approfondire al meglio le singole esigenze e guidare verso il giusto consiglio per la scelta del più adeguato device.