Corman mette da sempre la salute e il benessere delle persone al primo posto. Per raggiungere questo obiettivo, da quando è nata, l’azienda ha dimostrato la volontà e la capacità di percorrere strade nuove, stimolando la ricerca di soluzioni capaci di rispondere in modo veloce ed efficace ai bisogni di professionisti del settore e consumatori.

Perfino di fronte alla situazione di emergenza dovuta alla pandemia di Covid-19, Corman ha voluto svolgere un ruolo attivo, sviluppando una nuova linea di mascherine chirurgiche, interamente made in Italy, prive di lattice e certificate CE.

Le mascherine che Corman ha scelto di produrre sono dispositivi medici di tipo I con filtrazione di tipo II, caratteristica che consente di avere un’efficienza di filtrazione batterica superiore al 98%.

La nuova linea produttiva di Corman consente la realizzazione di 250.000 mascherine al giorno, 7 giorni su 7. La scelta di Corman di non convertire il suo ciclo produttivo, ma di acquistare un macchinario apposito per avviare una nuova linea di produzione, ha permesso di generare nuovi posti di lavoro che hanno portato all’assunzione di 20 nuovi operatori specializzati, in un periodo in cui il tasso di inattivi in Italia (coloro che si collocano al di fuori del mercato del lavoro) è tornato ad essere in aumento.

Grazie all’aggiunta delle mascherine, Corman dispone oggi di un totale di cinque linee produttive situate a sud di Milano, nel territorio di Lacchiarella.